Svelato il piano segreto di Microsoft: Starfield su PS5?

Svelato il piano segreto di Microsoft: Starfield su PS5?
Starfield 

In un universo videoludico in costante evoluzione, dove le frontiere delle piattaforme sembrano sempre più sfumate, spiccano le recenti dichiarazioni di Larian Studios, conosciuti per aver dato vita alla celebre saga di Divinity: Original Sin. Questa volta il focus è su uno degli argomenti più scottanti e discussi del momento: Starfield e altri titoli Xbox su PS5, una prospettiva che, per gli sviluppatori, rappresenta un’opportunità non da poco.

Larian Studios, sempre attenti alle dinamiche del mercato e alle esigenze dei giocatori, hanno espresso un’opinione che potrebbe quasi sembrare controcorrente. La sensazione che traspare è che, in un mondo ideale, i confini tra le console si dissolverebbero, dando vita a un ecosistema in cui ogni titolo potrebbe essere goduto indistintamente da chiunque, a prescindere dalla scelta di hardware. In questo contesto, Starfield, l’attesissimo RPG spaziale targato Bethesda, non farebbe eccezione.

Il pensiero di Larian Studios si fonda su una visione inclusiva del gaming, in cui la condivisione delle esperienze ludiche è un valore aggiunto per l’intera industria. Da un lato, questo potrebbe significare una maggiore libertà per i giocatori, liberi di scegliere la piattaforma preferita senza rinunciare a nessun titolo; dall’altro, aprirebbe scenari commerciali inesplorati, con una concorrenza che si sposterebbe dal possesso esclusivo dei giochi alla qualità dei servizi offerti.

La posizione di Larian Studios si inserisce in un dibattito acceso, alimentato anche dalle recenti mosse di Sony e Microsoft. L’acquisizione di ZeniMax Media da parte di quest’ultima ha posto sotto i riflettori la questione dell’esclusività di titoli come Starfield, ponendo interrogativi sul futuro della condivisione dei giochi tra le diverse piattaforme. D’altro canto, Sony non è nuova a politiche simili, con giochi come Spider-Man e God of War che rimangono ancorati all’universo PlayStation.

Il desiderio di Larian Studios di vedere Starfield e simili approdare su PS5 non è soltanto un sogno ad occhi aperti degli sviluppatori. Riflette un cambiamento di paradigma che alcuni attori dell’industria stanno già iniziando ad abbracciare. Il caso del cross-play, un tempo impensabile, oggi è una realtà per molti titoli, dimostrando che la cooperazione tra diverse piattaforme può effettivamente esistere.

In questo scenario, la questione non è più se il videogiocatore possieda una Xbox o una PlayStation, ma quanto sia appagante l’esperienza di gioco. Larian Studios, con la loro posizione, lanciano una sfida aperta al settore, suggerendo che forse è giunto il momento di superare gli steccati e abbracciare una filosofia di maggiore apertura.

Resta da vedere se l’industria videoludica e i colossi che la dominano saranno disposti ad accettare questa sfida. Nel frattempo, il dibattito si infiamma e le speculazioni continuano: Starfield potrebbe essere il primo di molti titoli a cavalcare l’onda della condivisione tra console, aprendo un capitolo nuovo e forse rivoluzionario nella storia dei videogiochi. Larian Studios ha gettato il sasso nello stagno, ora sta ai giganti del settore raccogliere il guanto di sfida.